2 film di James Incandenza in Infinite Jest

James Orin Incandenza (JOI, lol) è tante cose. Oltre il padre di Orin, Hal e Mario è anche uno scienziato, il fondatore di un’accademia di tennis e un regista. I suoi film sono molto importanti per la storia, il particolare l’ultimo, Infinite Jest V. Wallace dedica addirittura la lunghissima nota 24 alla sua filmografia.

Nel romanzo, i soggetti di alcuni film di James Incandenza vengono presentati durante la storia, spesso quando il figlio Hal è “in scena”. Sono divertentissimi da leggere. Inoltre, queste idee geniali potrebbero/dovrebbero addirittura diventare film, secondo me.

Ve ne propongo due: La Medusa contro l’Odalisca e Lo Scherzo

Leggi tutto “2 film di James Incandenza in Infinite Jest”

Kate Gompert, ossia la depressione in Infinite Jest

Anche Kate Gompert è un personaggio secondario di Infinite Jest. Forse è un po’ più famosa di Ken Erdedy per il suo discorso sulla depressione come un incendio che spinge a buttarsi giù dalla finestra.

È impossibile non affezionarsi a lei a causa del suo modo di muoversi e di guardare, rannicchiata sul lettino di un ospedale psichiatrico o sul divanetto della clinica per disintossicarsi.

Inoltre, il modo di parlare di Kate Gompert è sempre pungente e intelligente, ma allo stesso tempo disperato: ogni volta che appare è come se fosse la personificazione della depressione. Eccovi due estratti.

Leggi tutto “Kate Gompert, ossia la depressione in Infinite Jest”

Il terzo libro di 2666: la Parte di Fate

La Parte di Fate è il perno attorno a cui svolta 2666. Sei nei primi due libri (la Parte dei Critici e quella di Amalfitano) si ride molto e si fa una scorpacciata di situazioni surreali, da questo momento in poi la violenza comincia a manifestarsi con forza, mentre prima era solo sussurrata in qualche episodio.

Si continua a ridere molto, ma con un alito di tensione che ci respira alle spalle.

La trama in breve

Oscar Fate è un giornalista afroamericano che, dopo aver intervistato l’ex pantera nera Barry Seaman (che non esiste davvero), si reca a Santa Teresa per coprire un incontro di boxe tra un pugile messicano e uno statunitense. In realtà lui si occupa di cronaca politica, ma il responsabile della sezione è stato appena ammazzato.

Santa Teresa è, come al solito, un luogo folle pieno di folli. Lì Fate assiste all’incontro di boxe, ma soprattutto incontra due uomini, Chucho Flores e Charly Cruz, entrambi appassionati di film. In particolare Cruz ha una catena di noleggio di VHS. Conosce anche due ragazze: Rosa Méndez e Rosa Amalfintano, la figlia del protagonista del primo libro.

Una sera finisce a casa di Charly Cruz, in mezzo al deserto, dove guarda un film porno apocrifo di Robert Rodrìguez e si trova in una situazione davvero pericolosa.

Leggi tutto “Il terzo libro di 2666: la Parte di Fate”

Infinite Jest: Ken Erdedy

Ken Erdedy è uno dei miei personaggi preferiti di Infinite Jest. È solo una comparsa, insieme a molti altri. Anzi, si tratta del primo personaggio secondario che ho incontrato, il primo collegato al centro di riabilitazione Ennet House.

Ken Erdedy è uno dei tanti personaggi secondari di Infinite Jest che viene caratterizzato come un protagonista

La cosa divertente relativa ad Erdedy è che dopo essere apparso nel secondo capitolo del libro scompare per duecento pagine. E il suo ruolo nella storia è pressoché nullo. Non è però l’unico: decine di altre comparse subiscono lo stesso destino in Infinite Jest.

Leggi tutto “Infinite Jest: Ken Erdedy”