Annientamento: la torre che respira

Annientamento di Jeff VanderMeer, è un libro di fantascienza molto nerd da cui è stato tratto un film mediocre. Quattro scienziate sono in missione in una zona misteriosa e pericolosa e, appena raggiunta l’area X, scendono in una torre che presenta caratteristiche davvero particolari.

La protagonista e narratrice, una biologa, è la prima ad accorgersi che in realtà la torre non è ciò che sembra

Leggi tutto “Annientamento: la torre che respira”

3 case cattive nei libri

Può un luogo manifestare una propria volontà? Può una casa essere gentile, accogliente o cattiva e vendicativa, in totale autonomia da chi la abita? Gli spazi mutano in base alle impressioni di chi li osserva, o sono dotati di una propria intenzionalità?

Queste le domande che nelle scorse settimane hanno dominato le mie letture, complice la pandemia che volente o nolente ci ha costretto tutti a casa, riportando il tema dei luoghi che abitiamo, e in particolar modo la casa, al centro dell’immaginario collettivo. L’incubo di Hill House di Shirley Jackson, La casa di foglie di Mark Danielewski, Kill Creek di Scott Thomas, tre romanzi horror scritti rispettivamente nel 1959, nel 2000 e nel 2017, mettono in scena tre case terribili animate da un’umanità fragile e irrequieta, lasciando libero il lettore di trarre le proprie conclusioni.

Leggi tutto “3 case cattive nei libri”